Mappa piste da sci

Mappa piste da sci

 

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedin

Benessere nel Parco Nazionale dello Stelvio.

Le Terme di Pejo sono situate a 1390 metri di altitudine nel Parco Nazionale dello Stelvio in Val di Sole. Sono un perfetto esempio della sinergia tra natura e  benessere. Immerse nello scenario naturale, le acque termali di Pejo sono note da secoli per le loro virtù curative sulle articolazioni, sulla circolazione linfatica e venosa, sulle vie respiratorie, sulle vie urinarie e sull’apparato gastroenterico.

Acqua e rocce sono strettamente connesse tra loro. Le fonti minerali della Val di Pejo hanno origine all’interno del massiccio montuoso dell’ Ortles-Cevedale. Sono necessari molti anni affinchè l’ acqua, completando il suo tragitto attraverso vari strati geologici, assuma la sua struttura chimica definitiva, ricca di preziosi minerali. L’ acqua di Pejo è di tipo minerale effervescente naturale, tra quelle a maggior contenuto di anidride carbonica libera conosciute.

Le terme sfruttano per le particolari proprietà benefiche tre diverse sorgenti:
Fonte Alpina: classificata come oligominerale è una delle acque più leggere che si conoscono e la sua azione terapeutica interessa fegato, reni e tessuti.  È utilizzata anche come bevanda e destinata all’ imbottigliamento;  tale acqua leggerissima e fredda all’emersione, possiede una temperatura di 7,2°C e presenta una bassissima concentrazione di Sali e un pH vicino alla neutralità;

Antica Fonte: classificata come medio-minerale, bicarbonata, ferruginosa e carbonica, possiede un alto contenuto di anidride carbonica, che discolta mantiene in soluzione numerosi minerali tra cui il ferro (temperatura alla sorgente di 7,7°C ed un pH acidulo);

Nuova fonte (Fonte San Camillo): classificata come minerale, effervescente naturale, bicarbonato calcio-magnesica e ferruginosa è caratterizzata da un’elevata concentrazione in bicarbonati e dalla presenza di ioni, calcio e magnesio che spigano le proprietà alcalinizzanti (temperatura alla fonte di 6,5°C).

A pochi chilometri da Pejo Fonti verso la località di Pian Palù si trovano altre due antiche sorgenti di acqua ferruginosa: il “Fontanino di Celentino” e il “Fontanino di Pejo”.

Le Terme di Pejo

Per quanto riguarda le indicazioni terapeutiche le acque termali di Pejo vengono utilizzate per tre differenti tipologie di cure in base alle loro caratteristiche chimiche:

Cura idropinica: (somministrazione di acque termale come bevanda) per la cura delle malattie renali, dell’apparato digerente, dell’apparato urinario, delle malattie epatobiliari, del sangue e dei linfatismi. Le cure idroponiche sono sempre seguite dal medico che indica la tipologia di acqua appropriata. (Le acque di Pejo sono ad altissimo contenuto di ione ferroso, concentrazione tra le più elevate d’ Europa). Questa cura è consigliata alle persone con carenza di ferro, come ad esempio la donna in gravidanza e lo sportivo in allenamento intensivo.

Cura inalatoria: (inalazioni, aerosol, docce nasali, nebulizzazione) è consigliata per malattie respiratorie, laringiti, sinusiti, ottiti, rinite allergica, sindrome rinobronchiale, bronchite cronica e asma.

Cura balneoterapica: bagno carbogassoso, bagno arti, percorso flebologico. Patologie arto-reumatiche e muscolari, esiti di traumi e fratture;
Malattie vascolari (flebopatie);
Cellulite e patologia linfatica;
Obesità localizzata e diffusa;
Malattie dermatologiche (psoriasi, eczemi e dermatiti).

  
OFFERTE SELEZIONATE PER VOI

Free ski - 06.12 - 22.12.14

Prenotando con noi avrete lo skipass superskirama gratis